Home   /   Arte e Spettacolo  /  Life Style  /  New  /   GETSÈMANI Voi chi dite che io sia? L’originale progetto di Antonio Syxty
GETSÈMANI Voi chi dite che io sia? L’originale progetto di Antonio Syxty
Share Button

Dal 10 al 15 dicembre 2019, il teatro La cavallerizza ospita “GETSÈMANI Voi chi dite che io sia?”, il progetto di performance site-specific di Antonio Syxty, con comportamento e ambiente emotivo a cura di Susanna Baccari.

L’idea è quella di innalzare il Getsèmani (in Aramaico “frantoio”), il piccolo oliveto nel quale Gesù Cristo si ritirò dopo l’Ultima Cena prima di essere tradito da Giuda e arrestato, a una condizione umana; la condizione in cui vogliamo metterci.

In questa originalissima opera teatrale Getsèmani è un pensiero, una traccia fatta di segni e scritture (alcuni versetti scelti dai Vangeli del Nuovo Testamento e confessioni di vita quotidiana), ma anche una mappa/scrittura del corpo, del tempo, delle emozioni, e delle condizioni relazionali; è ricerca di ‘senso’ del gesto artistico in forma di confessione come ‘riconoscimento’ di sé e dell’altro.

La pièce è strutturata in “atti di performance”. Atto in quanto azione, manifestazione dell’agire, esistenza, gesto, memoria. Performance come letteralmente il ‘dare forma’, compiere, eseguire. In campo estetico (arte, teatro, danza, musica etc) e poi sociale, privato e pubblico, negli ambiti dell’agire umano. Nel caso di questo progetto le Performance Acts si trasformano in percorsi che l’attorepreferisce indicare come intervalli di tempo e di spazio, progettati come momenti di esposizione di materiali, sequenze , scritture, con una funzione di indagine che procede per atti e attraverso una narrazione ‘agita’, abbandonando il tradizionale compito di ‘rappresentazione’. Le PA si interrogano sulla funzione della performance (estetica) rispetto al compito dell’artista nell’epoca contemporanea e si basano sulla domanda di Syxty: la funzione del performer (che sia attore, musicista etc) è ancora quella di ricostruire, riciclare, riusare messe in scena canoniche o leggermente ‘modificate per varianti’ nella nostra (attuale) società dello spettacolo (per dirla con Guy Debord)?

Le PA si declinano anche nella nascita a Milano del primo Laboratorio Permanente sulla Performance – Rooms for Secrets, che si propone come zona di azione, pensiero e indagine sul vasto mondo della performance

La Cavallerizza
da martedì a domenica ore 19:30 – (posti limitati)
Durata dello Spettacolo: 50 minuti

BIGLIETTERIA MTM

  1. 86 45 45 45 – biglietteria@mtmteatro.it

Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 20:00

Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita

 

 

Tags

Patrizia Gallini
Patrizia Gallini
I colori, l’aspetto e i modi sono da nobildonna veneziana, ma le sue origini sono piemontesi. Ha il sorriso affettuoso e sereno di chi si appresta a offrirti il tè con i pasticcini, ma in realtà sta discutendo di business con la fermezza di un panzer. Il suo “buen ritiro” è un antico mulino nel torinese, quando non è “occupato” dai suoi quattro nipotini. Di lavoro fa la P.R. , e naturalmente è il boss della sua agenzia. Per passione frequenta gli chef stellati, e li intervista per voi.
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.