Home   /   Arte e Spettacolo  /  Life Style  /  Social  /  news  /  Travel  /   Skira Editore presenta il prestigioso volume “Campari e il cinema” al cineclub Il Cinemino
Skira Editore presenta il prestigioso volume “Campari e il cinema” al cineclub Il Cinemino
Share Button

E’ stato presentato il 1 dicembre, presso il cineclub “Il Cinemino” di Milano, la nuova opera a cura dell’autore e critico Gianni Canova, pubblicata dalla nota casa editrice italiana d’arte. 

Un racconto della passione per l’arte e la creatività cinematografica di Campari, con uno sguardo di ampio respiro anche sul mondo del Grande Schermo in generale.

Disponibile all’acquisto a partire dal 9 dicembre.

Al cineclub milanese “Il Cinemino” è stato presentato il nuovo esclusivo e prestigioso volume “Campari e il cinema”, a cura dell’autore e critico Gianni Canova e pubblicato dalla casa editrice italiana Skira. Presenti per l’occasione e per raccontare questa nuova creazione anche Nicolas Ballariocuratore e giornalista – e Paolo CavalloDirettore di Galleria Campari.

L’opera, disponibile per l’acquisto a partire dal 9 dicembre, si pone l’obiettivo di testimoniare come passione per l’arte e la creatività di Campari siano intimamente connesse alla sua esigenza e al suo desiderio di comunicare e di innovare. Da sempre, infatti, la predilezione per l’arte cinematografica del brand ha costituito il motore per sperimentare e dare vita a progetti ogni volta diversi e inattesi: un’evoluzione espressiva che – dopo le esperienze dei Red Diares – è sfociato nel 2021 in una nuova produzione, Fellini Forward, un progetto pionieristico ispirato agli ultimi periodi di Federico Fellini che, con l’ausilio di tecnologie di Intelligenza Artificiale e machine learning, esplora il genio creativo di uno dei più grandi cineasti di tutti i tempi.

I saggi pubblicati in questo volume non si limitano solo alla narrazione dell’esperienza di Campari ma la affrontano con uno sguardo di ampio respiro sulla storia del Grande Schermo in generale.

Il volume è articolato in quattro sezioni – Rivoluzione Cinema; Rivoluzione Campari; Campari e il cinema: un’attrazione fatale; Il cinema nell’era dell’AI – e riunisce i contributi critici di Gianni Canova, Giuseppe Mazza, Rocco Moccagatta, Guido Cornara e Guido Di Fraia.

Curato da Gianni CanovaCritico cinematografico, autore televisivo, direttore artistico, scrittore e accademico italiano – il volume “Campari e il Cinema” rappresenta un ulteriore passo nel percorso avviato dal brand all’interno di questo magico mondo, per rendere ancora più noto il forte legame che li unisce.

E proprio per supportare in modo concreto e diretto il settore cinematografico, così duramente colpito dal periodo difficile appena trascorso, nel 2020 Campari ha dato il via a un’altra iniziativa speciale: Campari #PerIlCinema, con la collaborazione di QMI – società attiva nell’Entertainment. Grazie a questo progetto chiunque, infatti, può acquistare sulla piattaforma dedicata  perilcinema.com 1 voucher valido per 1 ingresso in uno dei cinema aderenti. Per ogni buono cinema acquistato, Campari sostiene le sale cinematografiche scelte dagli utenti regalando, fino a un massimo di 20.000 acquirenti, un secondo buono cinema. Entrambi saranno utilizzabili nel corso di tutto l’anno 2021, mentre il corrispettivo verrà immediatamente versato ai cinema da QMI.

www.campari.com
FB Campari
IG Campari.it

Campari e il cinema

Simbolo dell’aperitivo italiano per eccellenza, Campari è stato per il quarto anno consecutivo main sponsor della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia.

Da sempre, Campari sceglie il mezzo cinematografico come veicolo di comunicazione per raccontare, in modo avveniristico e aspirazionale, l’essenza di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano nel mondo. Un connubio, quello tra Campari e il grande schermo, che trova la massima espressione nelle numerose collaborazioni con registi e attori di fama internazionale, attraverso campagne innovative che hanno scritto la storia della comunicazione di marca.

Un percorso artistico che prende il via nel 1984, quando Federico Fellini girò per Campari “Ragazza in treno”: un vero e proprio corto cinematografico che vede il celebre regista cimentarsi per la prima volta nella realizzazione di uno spot per un marchio privato.

Il sodalizio tra Campari e registi pluripremiati prosegue nel tempo e, tra le numerose collaborazioni, possono essere citate quelle con Tarsem Singh, autore della “Trilogia” negli anni Novanta, e Joel Schumacher con “L’attesa” (2011), fino ad arrivare a Paolo Sorrentino che ha firmato l’attuale campagna di comunicazione “Creation”.

Non solo registi ma anche talenti hollywoodiani del calibro di Uma Thurman, Penelope Cruz o Benicio del Toro hanno affiancato il loro nome a quello del brand in qualità di protagonisti di diverse edizioni del Calendario Campari.

Campari Red Diaries, l’ultimo progetto che utilizza il cortometraggio per portare in scena il concetto che “ogni cocktail racconta una storia”, può vantare le regie di Paolo Sorrentino, Stefano Sollima e Matteo Garrone e l’interpretazione di attori quali Clive Owen, Zoe Saldana, Ana de Armas e Adriano Giannini. Nel 2021 è stato il turno di “Fellini Forward”, progetto pionieristico ispirato agli ultimi periodi di Federico Fellini che, con l’ausilio di tecnologie di Intelligenza Artificiale e machine learning, esplora il genio creativo di uno dei più grandi cineasti di tutti i tempi, dando vita a uno short movie unico nel suo genere.

Infine, al fine di supportare un settore così duramente colpito nell’ultimo periodo come quello del Cinema, Campari ha dato vita all’iniziativa #PerIlCinema, con la collaborazione di QMI – società attiva nell’Entertainment. Grazie a questo progetto chiunque può acquistare sulla piattaforma dedicata  perilcinema.com  1 voucher valido per 1 ingresso in uno dei cinema aderenti. Per ogni buono cinema acquistato, Campari sostiene le sale cinematografiche scelte dagli utenti regalando un secondo buono cinema.

CAMPARI GROUP

Campari Group è uno dei maggiori player a livello globale nel settore degli spirit, con un portafoglio di oltre 50 marchi che si estendono fra brand a priorità globale, regionale e locale. I brand a priorità globale rappresentano il maggiore focus del Gruppo e comprendono AperolAppleton EstateCampariSKYY, Wild Turkey Grand Marnier. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Ha un network distributivo su scala globale che raggiunge oltre 190 Paesi nel mondo, con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. La strategia del Gruppo punta a coniugare la propria crescita organica, attraverso un forte brand building, e la crescita esterna, attraverso acquisizioni mirate di marchi e business.

Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 17 impianti produttivi e in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001.

Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it. Bevete responsabilmente

Tags

Francesca
Proprietaria e condirettore della testata. Per oltre vent’anni ha lavorato al fianco di Maruska con la stessa passione. Vuole festeggiare i suoi primi...quarant’anni (o qualcosa di più) condividendo desideri, dubbi, esigenze e scoperte dell’universo della bellezza con il maggior numero possibile di amiche. E’ sempre truccata e le piace cambiare. Manie? Le unghie!
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.