Home   /   Food  /  La Cucina Allargata  /  Life Style  /  New  /  ricette  /  Travel  /  Le Ricette della Cucina Allargata  /   Risotto agli asparagi vegan
Risotto agli asparagi vegan
Share Button

Mia nipote Sara da qulche mese è diventata vegana. Posso dire che non condivido ma, tant’ è, rispetto le scelte di tutti. Figuriamoci quelle di quell’amore della mia nipotina ventiseienne. Mi sono fatta raccontare la ricetta  del risotto agli asparagi vegan e l’ho replicata. Sara sta preparando la tesi e non ha molto tempo per scrivere ricette!

Trovo fantastica questa ricetta perché, non solo è buonissima, ma a adatta anche a un regime alimentare corretto (non usiamo la parola dieta, per favore!)

asparagi risotto

Ingredienti per due persone:

  • 500 gr di asparagi (corrispondono a una confezione)
  • 1/2 cipolla o 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di olio E.V.O.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • riso 140 gr
  • brodo vegetale o acqua 280 cc

Procedimento:

  • pulire il gambo degli asparagi (io uso la mandolina)
  • lavarli con cura (è il caso di dirlo?)
  • tagliare la parte finale più legnosa
  • tagliare le punte a 3/4 cm

risotto-asparagi

  • tagliare a losanghe o come volete il resto del gambo, fate circa 1 cm
  • versare l’olio in una padella antiaderente, farlo scaldare  e buttate le punte degli asparagi finchè sono un po’ colorite. Tiratele fuori e mettetele da parte

risotto asparagi

  • nella stessa padella fare rosolare leggermente la cipolla e buttate i tocchetti di asparagi per 10 minuti.
  • Con un frullatore a immersione frullate il tutto fino a ottenere una crema

risotto-asparagi

Adesso tocca al riso. Per il tipo di cottura che voglio fare l’ideale (per me indispensabile) é il riso Vialone Nano Ferron. Vi prego di notare anche l’etichetta del prezzo.

risotto asparagi

E’ u riso pregiato le cui origini sono contese dalla provincia di Mantova e quella di Verona. Io sono nata nel cuore della Valpolicella per cui propendo per la rivendicazione veneta. Il famoso risotto alla pilota, oggetto anche di una importantissima e golosissima fiera del riso , (a Isola della Scala) nasce nelle risaie. I “piloti” erano coloro che “pilavano” il riso. Non avendo la disponibilità di una cucina usavano un metodo semplicissimo. Su un fuoco improvvisato facevano rosolare la salsiccia (mantovana, ovviamente) poi mettevano a bollire l’acqua. Quando questa arrivava a bollore buttavano il riso con un improvvisato imbuto di cartone. Quando il riso, che scendeva a piramide, sporgeva per 2 o 3 cm dall’acqua. mettevano il coperchio. Spostavano la pentola dal fuoco e la coprivano con coperte. Dopo 20 minuti circa (non credo che avessero un fit pit al polso), scoprivano il riso, buttavano la salsiccia e mischiavano. Con passare del tempo il risotto alla pilota si è arricchito di burro, aromi e …puntel (ma questo in un prossimo post)

La cottura del riso

  • calcolate 70 gr a persona, quindi 140
  • mettete sul fuoco una pentola di 18 cm di diametro, versate 280 cc di acqua leggermente salata o brodo vegetale, portatela a bollore e buttate il riso, cercando di formare la famosa piramide. Non toccatelo, mettete il coperchio, dopo due o tre minuti afferrate la pentola e scuotetela, in modo che il riso scenda e si mischi. Sempre coperto abbassate il gas al minimo e calcolate 15 minuti.
  • al termine scoperchiate,  versate la purea di asparagi, mischiate.
  • Impiattate le due porzioni e decorate con le punte di asparagi che avete rosolato.
  • Ci sta qualche spruzzata di olio E.V.O.

risotto asparagi

 

Tags

Maruska
Ha una certa età, ha lavorato per quarant’anni nel mondo del beauty, sia dalla parte dell’editoria che da “dietro le quinte”. Ha conosciuto tutti, o quasi, i produttori di cosmetici, i creatori di profumi, le fabbriche dei contenitori e degli imballaggi e tutti, o quasi, i profumieri italiani. Ama moltissimo il make-up, cura la pelle ma senza ossessione
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.