Home   /   benessere  /  Food  /  La Cucina Allargata  /  ricette  /  Social  /  Le Ricette della Cucina Allargata  /   frittata di albumi
frittata di albumi
Share Button

a fine settimana ci si può trovare con il frigorifero desolatamente vuoto o, peggio, con un po’ di tristissimi avanzi di verdure e magari albumi avanzati da qualche preparazione tipo crema pasticcera. Magari siete anche a dieta. Ecco cosa prepararo, magari per una cena leggera, in questa situazione. Una buonissima frittata di albumi.

Ingredienti

  • albumi (almeno due o tre)
  • verdure (ripulire il cassetto del frigorifero con tutto quello che c’è. Un gambo di sedano, carote, cipolle, patate – questi non mancano mai – erbette, spinaci, melanzane). Pulirle accuratamente scartando tutte le parti appassite (c’è bisogno di dirlo?)
  • aglio, se vi piace
  • aromi, tutti quelli che avete freschi, se li avete (rosmarino, salvia, timo, maggiorana, basilico…) tritati, oppure secchi
  • 1 cucchiaio di olio
  • sale
  • pepe
  • curcuma

Procedimento

  • tagliare o affettare accuratamente le verdure (possibilmente tutte dello stesso spessore)
  • mettere in padella un filino di olio EVO e lo spicchio d’aglio
  • far rosolare tutte le verdure con un pizzico di sale e pepe
  • lasciare intiepidire
  • sbattere, non a neve, gli albumi leggermente salati, aggiungere le verdure e mischiare accuratamente
  • aggiungere un cucchiaio di curcuma
  • rimettere nella padella un filo di olio e versare il composto
  • cuocere come una normale frittata (io la faccio cuocere per 5 minuti con coperchio, quando la parte sopra è leggermente rappresa, la giro per altri 5 minuti) sono sicura che ognuno di voi ha il suo metodo per cuocere (e girare) la frittata

Se poi in frigorifero ci sono piccoli avanzi di formaggio, fateli a pezzetti e metteteli nell’impasto. Insomma, mai buttare gli albumi, sono proteine pure, a calorie quasi zero.

La curcuma, adesso di gran moda, dà il colore giallino dei tuorli che non ci sono

Tags

Maruska
Ha una certa età, ha lavorato per quarant’anni nel mondo del beauty, sia dalla parte dell’editoria che da “dietro le quinte”. Ha conosciuto tutti, o quasi, i produttori di cosmetici, i creatori di profumi, le fabbriche dei contenitori e degli imballaggi e tutti, o quasi, i profumieri italiani. Ama moltissimo il make-up, cura la pelle ma senza ossessione
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.