Home   /   Le nostre firme  /  New  /  news  /  Beauty inFormazione  /   Cosmetica: che cosa aspettarci dal settore per il 2017?
Cosmetica: che cosa aspettarci dal settore per il 2017?
Share Button

RUBRICA: L’ICQ RISPONDE

ICQ_logo

 

 

 

 

 

Qualche giorno fa, a Milano, sono stati presentati i dati consuntivi del settore cosmetico per il 2016 e le previsioni per il 2017. Noi c’eravamo, ed ecco quello che dobbiamo aspettarci nel 2017.

La domanda che ci facciamo tutti all’ indomani della presentazione dei dati di settore è la più classica di sempre: come è andato il 2016 ma, soprattutto, che cosa dobbiamo aspettarci dal 2017?

La prima risposta, che riguarda il 2016, è abbastanza positiva: il settore cosmetico è in buona salute e ha chiuso ad un +5%, trainato soprattutto dall’export che cresce a ritmi vertiginosi, ma l’aspetto che ci fa dire “abbastanza” riguarda il mercato interno, oggi in una situazione di stallo. I consumi nel nostro Paese sono un po’ fermi e questo non riguarda solo il mondo cosmetico, ma anche settori considerati “di riferimento” come il tessile, la gioielleria e l’occhialeria.

A farne le spese è soprattutto la Grande Distribuzione, che chiude il 2016 con una flessione, mentre dopo anni di sofferenza sono in ripresa il mondo dell’acconciatura professionale e dell’estetica. Rallentano erboristeria e farmacia.

A far pendere la bilancia verso il segno più ci pensa l’export, soprattutto verso Germania, Francia e Stati Uniti, che nel 2016 è cresciuto del +12% rispetto al 2015. Il Made in Italy, dunque, si conferma un valore aggiunto importantissimo. Anche in campo cosmetico si conferma una carta vincente la “sartorialità” delle nostre produzioni, cioè la capacità di sposare eccellenza e flessibilità produttiva.

Il trend molto positivo è confermato anche per il 2017.

Di contro, gli imprenditori lamentano costi di produzione in crescita e ritardi nei pagamenti.

web

COSMETICA E MONDO DIGITAL

La congiunturale di Cosmetica Italia è stata l’occasione per presentare alcuni dati anche sul mondo digital, l’altra faccia del mondo cosmetico.

Social commerce, marketplace orizzontali, m-commerce, gamificazione, piuttosto che APP dedicate alla vendita o alla comunicazione diretta con le aziende,sono alcune delle parole- chiave che gli imprenditori intervistati hanno chiamato in causa per rappresentare al meglio gli sviluppi in ambito digitale per i prossimi anni.

Quel che tutti condividono è che il web e il mondo social sono una realtà di cui non si può più fare a meno e con la quale bisogna confrontarsi. Le aziende rispondono rafforzando la loro presenza sul web non solo attraverso i siti istituzionali, ma anche attraverso la creazioni di APP dedicate e usando maggiormente  i social media per vendere e far conoscere il brand.

 

Tags

Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.