Home   /   Food  /  Cucina stellare  /  ricette  /  Social  /  news  /   MATTEO FRONDUTI TRIONFA A “TOP CHEF ITALIA”
MATTEO FRONDUTI TRIONFA A “TOP CHEF ITALIA”
Share Button

Lo chef classe ’77 Matteo Fronduti, patron del ristorante milanese Manna, ha conquistato ieri sera l’ambito titolo di primo Top Chef d’Italia, convincendo i giudici e sbaragliando una concorrenza difficile e agguerrita. Dopo una finale “all’ultimo gusto” con la parmigiana Maria Amalia Anedda e l’omonimo Matteo Torretta, rispettivamente terza e secondo classificato, la vittoria del prestigioso titolo, associato a un ulteriore premio.

Nel corso del cooking show, Fronduti si era distinto da subito per la sua audace personalità culinaria accompagnata da una professionalità e padronanza del mestiere che gli sono valsi il gradino più alto del podio.

Nato e cresciuto nella periferia milanese, sin da bambino Matteo è stato attratto dal cibo e dalla cucina, incuriosito da tutti quei sapori che, per la sua giovane età, non aveva ancora avuto modo di provare. Negli anni del liceo, la piena e consapevole scoperta di questa passione/vocazione, con i primi esperimenti culinari, sempre nel suo inconfondibile stile, proposti ad amici e compagni di classe.  Dopo il diploma, la decisione d’indirizzarsi in questo settore con le prime difficoltà a trovare qualcuno disposto a dargli fiducia e credere nelle sue potenzialità. Poi la gavetta nel famoso “Villa Fiordaliso” Relais&Châteux, sul Lago di Garda, il ruolo di capo partita presso la “Trattoria del Nuovo Macello” (Milano) e l’esperienza nei locali della Milano altolocata, come l’ ”Armani Caffè”, il “Trussardi alla Scala” e il “Just Cavalli”. Nel 2008, infine, la svolta personale con l’apertura del ristorante Manna, in una zona caratteristica e periferica di Milano, al quale si dedica anima e corpo.

Il 2008, dunque, è l’anno della “maturità” di Fronduti, che ora può dare pieno sfogo a tutta la sua creatività, con quelli che diverranno i suoi caratteristici piatti dai sapori innovativi e nomi bizzarri, in cui esprimere in toto la sua personalità. Una cucina concreta, per certi versi dissacrante: adatta ai palati ricercati, ma apprezzata anche da chi non se ne intende, con un ruolo fondamentale riservato alle materie prime che vengono elaborate e combinate in creazioni gustose e originali.

Il passaggio televisivo a Top Chef e il trionfo su quindici talentuosi toque blanche del Paese, in un percorso di eliminazioni e scontri durato ben otto puntate, sono solo la conferma di un talento che non era rimasto sconosciuto agli addetti ai lavori, ma che ora è sotto gli occhi di tutti.

Leggete qui, troverete alcune delle fantastiche ricette che lo Chef Matteo Fronduti ha regalato a Cipriamagazine.it

minestra di ortica

la cucina reazionaria

il menù invernale

ristorante Manna

 

 

Tags

Patrizia Gallini
Patrizia Gallini
I colori, l’aspetto e i modi sono da nobildonna veneziana, ma le sue origini sono piemontesi. Ha il sorriso affettuoso e sereno di chi si appresta a offrirti il tè con i pasticcini, ma in realtà sta discutendo di business con la fermezza di un panzer. Il suo “buen ritiro” è un antico mulino nel torinese, quando non è “occupato” dai suoi quattro nipotini. Di lavoro fa la P.R. , e naturalmente è il boss della sua agenzia. Per passione frequenta gli chef stellati, e li intervista per voi.
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.