Home   /   Food  /  New  /  ricette  /  news  /   I migliori vitigni del Friuli: eccone alcune tipologie
I migliori vitigni del Friuli: eccone alcune tipologie
Share Button

il Friuli è sempre stato sinonimo di vini bianchi, ma non per questo esclude quelli rossi.

Il vitigno più diffuso in questa regione è il Friulano, un tempo meglio conosciuto con il nome Tocai. Le sue caratteristiche organolettiche sono davvero raffinate.

Vino Friulano caratteristiche organolettiche

Il colore è un giallo paglierino o dorato. E’ un vino dall’ampio bouquet di aromi. Infatti si percepiscono note di fieno, fiori di campo, timo, camomilla e rimandi vinosi e minerali.

Lascia un finale in bocca davvero eccellente, il sentore di mandorla che si percepisce è notevole.

Per le sue caratteristiche organolettiche si rivela perfetto per un aperitivo, ma anche sui crostacei ha la sua valenza. E’ ideale oltretutto da accostare sul prosciutto crudo di San Daniele.

Ma ci sono altre varietà autoctone che primeggiano in questa zona: La Ribolla gialla e la Malvasia Istriana.

Ribolla gialla e Malvasia Istriana ecco le caratteristiche organolettiche

Per quanto concerne la Ribolla gialla, dal punto di vista organolettico si caratterizza per un colore giallo paglierino dai riflessi verdognoli. Il suo profumo è caratteristico di fiori freschi, note agrumate e di mela verde. Grazie alla sua morbidezza e leggerezza questo vino si presenta molto versatile e beverino d’altro canto. Può essere adattato a diversi momenti della giornata, dall’aperitivo alla cena.

I vitigni della Malvasia Istriana hanno una colore giallo paglierino che a seconda della zona di produzione la colorazione può variare dal paglierino chiaro al paglierino dorato. Dal punto di vista olfattivo sono caratterizzati da note floreali con richiami di tiglio, in alcuni casi primeggiano sfumature vegetali di olive verdi il tutto in un sottofondo agrumato di mandarino.

In bocca questi vini friulani si percepiscono freschi e leggermente sapidi, pieni di buon corpo. I vini Malvasia sono ideali per un buon aperitivo, o in correlazione con antipasti dal gusto leggero. Sono ideali da abbinare anche i risotti e zuppe di pesce.

In questo caso si consiglia di stappare la bottiglia mezz’ora prima in maniera tale da permettere una corretta ossigenazione. Ma ci sono molti altri vitigni a bacca bianca che danno risultati eccellenti come ad esempio il Pinot grigio, il Pinot bianco, lo Chardonnay e il Sauvignon, giusto per citarne alcuni.

Tags

cipria
redazione Cipria Magazine
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.