Home   /   Beauty  /  New  /  Viso  /  news  /   Crema lenitiva per il viso: i consigli per una scelta consapevole
Crema lenitiva per il viso: i consigli per una scelta consapevole
Share Button

la pelle in menopausa

La pelle del viso rappresenta il biglietto da visita di ogni donna, per tanto è bene prendersene cura al meglio fin da giovani. E’ quindi essenziale scegliere la crema di bellezza che più si adatta alle caratteristiche del proprio derma.

Particolare attenzione deve essere, tuttavia, riservata alle pelli sensibili, ovvero quelle particolarmente reattive e soggette ad arrossamento ed infiammazione.

Caratteristiche delle pelli sensibili

Di norma la pelle sensibile è dovuta a fattori genetici, nonostante ciò un’eccessiva esposizione ai raggi solari (senza un’adeguata protezione), l’abuso di alcol e tabacco, nonché una dieta squilibrata può portare ad una sensibilizzazione della cute in soggetti normalmente non interessati da tale problema.

I sintomi più frequenti che si possono rintracciare in questo tipo di pelli sono: arrossamento, bruciore, pizzicore, disidratazione, raggrinzimento, desquamazione. A ciò va aggiunto che condizioni climatiche particolarmente avverse (quali freddo, vento), l’utilizzo di cosmetici troppo aggressivi e lo stress possono aggravare tali problematiche, portando, in alcuni casi, all’invecchiamento precoce del derma e alla comparsa anticipata di rughe e macchie scure.

Tuttavia si tratta di un problema, nella maggior parte dei casi, facilmente risolvibile, in quanto esistono formulazionispecifiche ad alto potere lenitivo ed idratante.

Quando bisogna avvalersi delle creme lenitive?

Le creme ad effetto lenitivo vanno utilizzate in caso di:

  • prurito causato da tensione cutanea, ove ci sia quindi la necessità di idratare la pelle;
  • eritemi ed orticarie, causa di forti irritazioni cutanee;
  • arrossamento dovuto alla presenza di brufoli e foruncoli;
  • infiammazione dei follicoli piliferi a seguito dell’epilazione (strisce depilatorie, rasoio);
  • ustioni dovute ad un’eccessiva esposizione ai raggi UV;
  • prurito e arrossamento causato da punture di insetti.

Cosa deve contenere una crema lenitiva per il viso?

Una crema lenitiva per il viso per essere efficace deve contenere ingredienti di origine naturale in grado di svolgere una doppia azione: calmante e rigenerante.

Nel primo caso il preparato deve essere in grado di ridurre le alterazioni che si sono formate sulla cute, avvalendosi di sostanze efficaci ma allo stesso tempo delicate, che non vadano ulteriormente ad aggravare le problematiche riscontrate. In tal senso la natura ha messo a disposizione una serie di vegetali particolarmente efficaci, quali ad esempio la rosa centifolia, l’Aloe Vera, la lavanda, il tiglio e la camomilla. Si tratta di piante caratterizzate da grandi proprietà sedative in grado di ridurre eventuali arrossamenti e pruriti.

Tuttavia, una crema lenitiva per essere efficace deve garantire anche la riparazione e la rigenerazione delle zone in cui il derma appare alterato, riportando nella composizione una serie di sostanze grasse quali l’olio di jojoba, il burro di Karité e gli oli vegetali (mandorle, nocciola).

Infine è necessario sottolineare che nella scelta di tale tipo di crema bisogna tenere conto di possibili allergie o sensibilizzazioni specifiche della persona interessata al consumo. A tal proposito è bene ricordare che più un prodotto è costituito da sostanze di tipo naturale, meno si incorre nel rischio di incappare in tali problematiche. Per tanto è il caso di ricercare preparati che siano stati realizzati con una percentuale assai alta di ingredienti naturali (90-95%).

 

 

Tags

cipria
redazione Cipria Magazine
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.