Home   /   Corpo  /  Beauty  /  New  /  news  /   Ceretta: come si strappa per evitare una ricrescita veloce
Ceretta: come si strappa per evitare una ricrescita veloce
Share Button

ceretta-consigli

La ceretta è uno dei metodi di depilazione più utilizzati e diffusi. Presenta molti vantaggi, ad esempio una ricrescita dei peli molto lenta, nonché il vantaggio di estirpare tutti i peli con la stessa efficacia, consentendo perciò di ottenere una ricrescita omogenea alla fine delle tre-quattro settimane di attesa tra un trattamento e l’altro.
Ogni estetista può effettuare una ceretta a regola d’arte, ma la diffusione dei prodotti professionali anche per uso domestico ed il miglioramento progressivo dei prodotti commerciali più comuni rende oggi possibile, con un po’ di manualità e di pratica, depilarsi con la ceretta anche a casa.

La tecnica per uno strappo a regola d’arte

Chiunque di voi si sia mai fatta una ceretta da solo, sa che la parte più difficile è lo strappo della striscia depilatoria. Mentre stendere la ceretta è abbastanza semplice anche al primo tentativo, per imparare a strappare correttamente può servire un po’ più di esercizio.
Se non si strappa correttamente la striscia, i peli potrebbero non venire via o anche strapparsi a metà, con una ricrescita molto più veloce. Inoltre, esiste il rischio di provocare delle fastidiose lesioni cutanee con zone arrossate o screpolate che possono anche fare piuttosto male.
Il consiglio:
Per essere ben eseguito, lo strappo deve essere deciso e veloce.
La direzione dello strappo è contropelo, inoltre la striscia deve essere mantenuta parallela alla pelle, evitando di portarla verso l’alto. Con il movimento verso l’alto, il dolore aumenta e i peli non vengono strappati tutti.
Prima dello strappo, la pelle deve essere ben tesa e tirata, perciò se la zona che state depilando non ha queste caratteristiche, dovrete essere voi stessi a tendere la pelle con l’altra mano oppure con dei piccoli trucchi (ad esempio nella ceretta sul labbro superiore le estetiste fanno stringere la bocca alle loro clienti: questo aiuta a tendere la pelle della zona in questione).
Più lo strappo è deciso, meno intenso sarà il dolore, perciò non tentennate e procedete senza paura.
Non ripassate due volte sulla stessa zona per evitare di irritare la pelle ancora di più.

Come si prepara la ceretta

Anche se lo strappo è il momento decisivo della ceretta, non sottovalutate la preparazione dei vostri strumenti di lavoro. Come detto in precedenza, oggi qualunque supermercato vende prodotti commerciali per la ceretta che offrono ottime prestazioni. Va comunque detto che i prodotti professionali sono ancora la scelta migliore quando si vuole ottenere un risultato soddisfacente al 100%. In un negozio di forniture per estetista o anche su un e-commerce di articoli professionali per estetista troverete tutto ciò che vi occorre.
Ma cosa occorre?
Gli strumenti indispensabili se volete procedere con una ceretta tradizionale sono le strisce depilatorie, la cera e la spatola. Le strisce depilatorie sono strisce in tessuto di forma rettangolare che vengono applicate sulla pelle cosparsa di cera. Le strisce aderiscono alla cera e strappano via il pelo. È importante che le strisce siano resistenti e che non si strappino durante la ceretta, per questo oggi viene utilizzato il TNT (Tessuto Non Tessuto). Con TNT si indica un materiale ottenuto dalla carta ma con caratteristiche simili ad un tessuto. Rispetto alla carta tradizionale, il Tessuto Non tessuto è più morbido e resistente.
In commercio troverete sia strisce pre-tagliate sia rotoli di carta TNT che potranno essere ritagliati nella misura desiderata. Le strisce pronte sono più pratiche, ma i rotoli consentono di risparmiare e sono ugualmente comodi se utilizzati nel pratico portarotolo. Le strisce più sicure per l’utilizzo sono quelle con certificato OEKO 100 (certificato per le aziende del settore tessile) e senza leganti chimici. In Italia non mancano le aziende che producono strisce depilatorie con queste caratteristiche.
Per acquistare la ceretta giusta, bisogna conoscere tutte le tipologie che esistono in commercio. La prima distinzione è tra cera a caldo, cera tiepida o cera fredda. La differenza sta nella temperatura di utilizzo, che può raggiungere anche i 40° in quella a caldo. La cera a caldo è la più efficace perché il caldo provoca una vasodilatazione che favorisce lo strappo del pelo. In casa però viene spesso preferita la cera a freddo, in quanto non richiede l’utilizzo di un fornetto per riscaldare la cera. Anche se è la meno efficace, la cera a freddo è di sicuro la più semplice da utilizzare per chi non ha mai fatto questo trattamento in casa.
Una soluzione pratica per stendere la ceretta con più facilità è il rullo, che permette di fare a meno della spatola in quanto funge da “dispenser”.
Aziende come Ebranditalia offrono inoltre diverse altre tipologie di cera di ultima generazione oppure ottenute da materie prime di origine naturale. Una delle cere che sta ottenendo ampi consensi da parte delle estetiste è la ceretta brasiliana, una speciale pasta ottenuta da cera d’api e resine vegetali che fonde a temperature basse e che forma una morbida pasta da strappare senza bisogno delle strisce depilatorie.
In pratica, con la ceretta brasiliana basta stendere la cera sulla parte depilare, attendere qualche istante e poi strappare. La pelle subisce meno gli arrossamenti dovuti allo strappo e per questo la ceretta brasiliana è indicata per le pelli o le zone del corpo più delicate come l’inguine, le ascelle e i baffetti.
L’altro accessorio indispensabile è la spatola, che serve a stendere la ceretta sulla pelle.
I fornitori di prodotti estetici e cosmetici hanno anche un’ampia scelta di prodotti per preparare la pelle prima della ceretta o per trattarla subito dopo. Si va dai classici prodotti oleosi per rimuovere gli eccessi di cera alle creme che ritardano la crescita o che riducono il rossore post epilatorio.

Come si prepara la pelle: prima e dopo

La preparazione della pelle è indispensabile per un risultato soddisfacente della vostra ceretta. La pelle deve essere preparata sia prima sia dopo la ceretta. Prima, è importante lavare la zona con accuratezza e rimuovere il trucco (se dovete depilare il viso).
Il trucco:
dopo aver asciugato con accuratezza la pelle, si può cospargere di talco: il talco assorbe il sudore e il grasso, consentendo la presa ottimale della cera sul pelo.

Subito dopo la ceretta, bisogna rimuovere la cera con un prodotto oleoso (in caso di cere liposolubili) o con acqua (per le cere idrosolubili) e idratare con olio per bambini o prodotti specifici per uso professionale. Alcune creme consentono di ritardare la ricrescita del pelo.
È buona regola utilizzare uno scrub sia alcune settimane prima della ceretta sia subito dopo, aiutando la pelle a rigenerarsi e riducendo il fenomeno dei peli incarniti o sottopelle.

Tags

cipria
redazione Cipria Magazine
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.