Home   /   Food  /  Voglia di benessere  /   Il sapore diventa arte
Il sapore diventa arte
Share Button

Volte in mattoni a vista, arredamento in legno chiaro, predominanza di tonalità beige e marrone. Il ristorante Alice, di Viviana Varese e Sandra Ciciriello, trasforma il cibo in arte senza mai dimenticare tradizione  e sapori mediterranei.

“ Quando sento dire che i sapori sono delicati, per me è come se non sapessero di nulla. Amo la cucina fatta di sapori veri, da gustare. Ogni ingrediente deve essere percepito e assaporato uno ad uno. Mi piace prendere spunto dalla cucina mediterranea tradizionale, lasciando spazi a sperimentazioni del tutto personali” Viviana Varese, chef e contitolare del ristorante Alice

Il ristorante prende il nome da uno dei più noti pesci pelagici presenti nelle nostre coste: Alice. Nato nel 2007 dall’idea e la passione dello chef Viviana Varese e la Maitre Sommelier Sandra Ciciriello, è frutto di una scommessa tra le due donne, che ha saputo conquistare critici ed appassionati. Numerosi sono infatti i riconoscimenti che il locale milanese ha ricevuto in tutti questi anni. A partire dalla partecipazione al congresso Identità Golose di Paolo Marchi, con apparizione sulla Guida ai ristoranti d’autore 2008 e 2009, la Corona Radiosa che la Guida Critica e Golosa di Paolo Massobrio e Marco Gatti gli hanno conferito per due anni consecutivi la segnalazione nella Guida Veronelli. Nel 2012, finalmente, ha conquistato la sua prima stella Michelin.

In attesa che ci vengano serviti gli antipasti composti da un gustoso carpaccio di pesce del giorno, una deliziosa zuppetta di ceci con triglia e gamberetti e fiori di zucca ripieni di ricotta di pecora cotta al vapore, zucchine ed erbe aromatiche, lo sguardo si sposta verso gli altri tavoli e il resto della sala (una posta al piano superiore ed una a quello inferiore). Lo stile è elegante, raffinato, arredato con un gusto essenziale ma caldo ed accogliente.

L’attenzione viene solo distolta per la scelta del vino che ci viene suggerita tra le oltre 200 etichette, tra vini e champagne, della cantina di Alice, selezionate tra piccole aziende emergenti e diverse etichette da tutto il mondo. E mentre il vino riposa nel nostro bicchiere,  l’attenzione viene richiamata dal suggestivo  centro tavola dove sono posizionati lunghi (e squisiti) grissini, rigorosamente fatti in casa, che, sistemati come fiori, sembrano decori. Quasi un peccato mangiarli ma sarebbe un vero peccato lasciarli dove sono. Ad ogni portata i camerieri, sempre cortesi e disponibili, ti raccontano la portata, come fosse una storia.

Lasciamo spazio alla creatività dello chef Viviana Varese e chiediamo di scegliere per noi, tante infatti sono le proposte che preferiamo lasciarci guidare. Il risultato è assolutamente all’altezza delle aspettative: una cucina dai sapori veri rubati alla tradizione mediterranea non senza qualche tocco di sperimentazione assolutamente azzeccati e ben assortiti.

Tra i piatti degustati citiamo una crema di patate con maccheroni quadro con totanetti, basilico, pecorino e pinoli; zuppa di pesce concentrata con pomodorini datterini e alghe; una degustazione di dolci tra “o sole mio” (rivisitazione della pastiera napoletana), “universo” (una mousse di cioccolato con cuore di liquirizia e concerto con salsa inglese allo zafferano, cannuccia di zucchero con aceto balsamico), “voleva essere un flan” (flan spaccato con spuma di cioccolata calda, salsa di pompelmo e granita);  millefoglie con crema pasticcera e crema chantilly, ananas e pepe, gelato alla vaniglia e cannella.  Gli ospiti del ristorante Alice potranno scegliere fra due menù degustazione, Sandrina e Viviana, rispettivamente a 68 euro e 78 euro, intesi per l’intero tavolo.

 

Alice Ristorante, Via Adige, 9 – 20135 Milano

Tel. + 39 02 5462930 alice@aliceristorante.it www.aliceristorante.it

Giorno di chiusura: domenica. Ferie: variabili ad agosto e una settimana in gennaio

Carte di credito: tutte ad eccezione di Dinners.

Animali consentiti nella sala superiore previa comunicazione durante la prenotazione

Francesca
Per oltre vent’anni ha lavorato al fianco di Maruska (è sua figlia!) con la stessa passione. Vuole festeggiare i suoi primi quarant’anni condividendo desideri, dubbi, esigenze e scoperte dell’universo della bellezza con il maggior numero possibile di amiche. E’ sempre truccata e le piace cambiare. Manie? Le unghie!
Related Article

Post a new comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.